top of page

L' intelligenza artificiale può riportare in vita i defunti

E se potessi parlare con un facsimile digitale di una persona cara defunta?

Parleresti davvero con lui/lei? Pensi che ciò ti aiuterebbe o te la farebbe mancare ancora di più ?


Negli ultimi anni, la tecnologia è stata impiegata per resuscitare i morti, principalmente sotto forma di celebrità defunte.


L'intelligenza artificiale può riportare in vita i defunti
L'intelligenza artificiale può riportare in vita i defunti

Curiosità sull'intelligenza artificiale e i defunti

Carrie Fisher è stata renderizzata digitalmente per riprendere il ruolo della Principessa Leia nell'ultimo film di "Star Wars". Kanye West ha notoriamente regalato a Kim Kardashian un ologramma del suo defunto padre per il suo compleanno l'anno scorso. Più di recente, e in modo controverso, l'intelligenza artificiale è stata utilizzata per falsificare la voce dello chef Anthony Bourdain per fornire la narrazione nel film documentario "Roadrunner".


In quello che sembra stranamente come un episodio di "Black Mirror", Microsoft ha annunciato all'inizio di quest'anno di aver ottenuto un brevetto per un software in grado di reincarnare le persone come chatbot, aprendo le porte a un uso ancora più ampio dell'IA per riportare in vita i morti.


Abbiamo chiesto ai nostri esperti di facoltà la tecnologia AI in uso oggi, il futuro della reincarnazione digitale e le implicazioni etiche dell'immortalità artificiale.


Come riportare in vita un defunto con l'intelligenza artificiale?

Ti sembrerà strano ma in realtà è molto semplice e puoi farlo anche senza competenze.

Da quando MyHeritage ha lanciato il suo strumento Deep Nostalgia, che rianima i morti con la tecnologia basata sull'intelligenza artificiale, sul sito Web sono state create più di 72 milioni di animazioni fotografiche. Questi tanti ricordi morbosi sono accaduti nonostante offrissero solo 10 diverse opzioni.


Tuttavia, l'azienda ha appena raddoppiato questo numero di movimenti unici che è possibile applicare alle foto degli antenati defunti, incluso baciarsi e ballare.



L' intelligenza artificiale riporta in vita i defunti

Pensiamo che il miglior modo sia vederlo con i tuoi occhi...

Abbiamo dato a Deep Nostalgia una foto di Einstein.


L'intelligenza artificiale può riportare in vita i defunti. Immagine di input.
L'intelligenza artificiale può riportare in vita i defunti. Immagine di input.

E questo è stato il risultato dopo 15secondi di elaborazione. Vi invitiamo prima di vedere il video quì sotto ad osservare per 10 secondi la foto sopra.

Deep Nostalgia AI fa progressi esponenziali

Pochi direbbero che un'animazione realistica di antenati scomparsi da tempo non è degna di nota, come anche una singola fotografia rimasta di un parente del 19° secolo.


Alimentato tramite un algoritmo di deep learning creato da D-ID, Deep Nostalgia ha fornito a molti utenti una seconda possibilità di avere connessioni emotive brevi ma intense con una simulazione della persona amata persa nel tempo.


Tuttavia, le lacrime potrebbero essere inevitabili. Baci, sorrisi complessi, un cenno di approvazione e persino un lungo sguardo di compassione sono in serbo per coloro che cercano una scarica emotiva di nostalgia.



Microsoft ha recentemente brevettato una tecnologia di simulazione umana digitale


Sebbene possa sembrare che MyHeritage abbia il monopolio di rianimare i parenti morti per la nostalgia, ci sono altri progetti simili. A gennaio, Microsoft ha brevettato la tecnologia per un chatbot AI progettato per consentire agli utenti di parlare con simulazioni di cari defunti tramite una ricreazione digitale 3D.


Il nuovo brevetto si chiama "Creazione di un chatbot conversazionale di una persona specifica" e descrive un sistema che integra dati vocali, immagini, post sui social media e messaggi elettronici per "creare o modificare un indice speciale nel tema della personalità della persona specifica ."


Il brevetto arriva addirittura a suggerire che la tecnologia in arrivo "potrebbe corrispondere a un'entità passata o presente".

Presentato come un memoriale vivente interattivo, l'imminente tecnologia di Microsoft potrebbe far sì che i vecchi messaggi vocali dei parenti morti vadano fuori copione, trasformando verbalmente il monologo per rivolgersi direttamente a te.



E' etico riportare in vita i morti ?

Da un lato, la morte di una persona che amiamo può causare un dolore inimmaginabile, dolore che potremmo voler alleviare con ogni mezzo possibile. Per molti, i metodi tradizionali di elaborazione delle perdite semplicemente non funzionano e si trovano intrappolati in un angosciante vuoto di dolore. Perché, allora, non abbracciare la tecnologia e fare affidamento su innovazioni all'avanguardia per chiedere aiuto? Comunicare con una resa digitale dell'individuo in questione potrebbe colmare il vuoto lasciato dal suo trapasso.


Quando ci pensi, guardiamo già alle immagini, alle chat di testo e ai contenuti video/audio dei nostri cari defunti per conforto. E a volte reprime la tristezza. Con questo in mente, il piano di Microsoft potrebbe portare il sollievo dal dolore a un altro livello, trasformandolo da uno sforzo a senso unico, come prendere una pillola, in un'esperienza a due vie, simile a una sessione di terapia?


D'altra parte, non possiamo non chiederci se non sia salutare tenersi in contatto con qualcuno che non è più con noi.


Non è come riporli in un armadio o su uno scaffale, come se fossero un semplice oggetto – un gioco per computer o un visore per realtà virtuale – lì in casa, abbastanza reale ma non del tutto?


Chi vuole un costante promemoria di ciò che non ha più?

È proprio per questo motivo che molte persone in lutto in realtà non cercano conforto nelle immagini o nei filmati, o nei "souvenir dolorosi" come vengono spesso chiamati: è puramente troppo traumatico.


Conclusione sull'intelligenza artificiale e i defunti

Esistono varie teorie sulle fasi del lutto, ma il modello proposto dalla psichiatra Elizabeth Kübler-Ross è uno dei più comunemente usati. In questo modello, le cinque fasi sono:

  1. negazione

  2. rabbia

  3. contrattazione

  4. depressione

  5. accettazione.


Immagino che possedere una riproduzione AI di un coniuge, figlio o genitore morto possa intrappolare le persone in lutto nella negazione o trascinarle indietro alla negazione dopo aver attraversato o completato le fasi successive. Potrebbe consentire alle persone in lutto di costruire un mondo immaginario in cui fingono che il defunto è ancora in vita.

E dovremmo ricordare che, proprio come gli esseri umani, la tecnologia può essere fragile. Immagina che la persona in lutto arrivi a prendersi cura dell' IA tanto quanto la persona amata su cui si basa... e poi si blocca, o la rabbia e il turbamento li fanno cancellare ( oppure aumenta il costo mensile dell' IA tanto da non poterselo più permettere ). Non capita spesso di dover affrontare il tormento della perdita di una persona cara, ma che succeda due volte potrebbe essere devastante. Per non parlare poi del mercato che potrebbe crearsi.

Sicuramente questa è una faccenda molto interessante da tenere sotto occhio.

Commentaires

Noté 0 étoile sur 5.
Pas encore de note

Ajouter une note
PCR (5).gif
PCR (4).gif
PCR.gif
PCR.gif
PCR.gif
PCR.gif
PCR (5).gif
3.gif
Vediamo se riesci a cliccarmi ! Nascondo una Sorpresa... (2).png

Ciao 

🤗 Articoli consigliati dalla nostra
Intelligenza Artificiale in base ai tuoi interessi

Correlazione Alta

Correlazione Media

Correlazione Bassa

Iscriviti

VUOI DIVENTARE UN MEMBRO DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE ITALIA GRATUITAMENTE E TRARNE I SEGUENTI BENEFICI?

Corsi Gratis

più di 150 lezioni online

Dataset Gratis

più di 150o dataset

Ebook Gratis

più di 10 libri da leggere

Editor Gratis

un editor python online

Progetti Gratis

più di 25 progetti python

App Gratis

4 servizi web con I.A.

Unisciti Ora a oltre
1.000.000
di lettori e appassionanti d'I.A.

Tutto ciò che riguarda l'intelligenza Artificiale, in unico posto, in italiano e gratis.

MEGLIO DI COSI' NON SI PUO' FARE

Dopo l'iscrizione riceverai diversi Regali

VUOI SCRIVERE ARTICOLI INSIEME A NOI.

Grazie

bottom of page