top of page

Intelligenza artificiale nella pubblica amministrazione: rischi e potenzialità

L'intelligenza artificiale sta rapidamente trasformando il mondo che conosciamo, e anche la pubblica amministrazione non può restare immune a questa rivoluzione tecnologica. Se implementata correttamente, l'IA ha un enorme potenziale per migliorare l'efficienza e la qualità dei servizi offerti ai cittadini.


Tuttavia, l'adozione acritica di queste tecnologie nasconde anche rischi considerevoli, che devono essere attentamente valutati e gestiti. In questo articolo analizzeremo luci e ombre dell'IA applicata al settore pubblico, partendo da esempi concreti e casi di studio.


Vedremo come l'automatizzazione di procedure e l'analisi predittiva dei dati possano ottimizzare processi decisionali e amministrativi. Ma anche i potenziali bias degli algoritmi e le implicazioni etiche del delegare decisioni a macchine senza supervisione umana.


È una sfida che richiede una strategia nazionale chiara e lungimirante. Solo così l'IA potrà essere veramente al servizio dei cittadini, migliorando efficienza e qualità della PA senza metterne a rischio i valori fondamentali.




Introduzione

  • Definizione di intelligenza artificiale e sue applicazioni nella PA

Potenzialità dell'IA nella pubblica amministrazione

  • Automatizzazione di procedure e compiti ripetitivi

  • Analisi predittiva per migliorare i processi decisionali

  • Personalizzazione ed efficienza dei servizi al cittadino

  • Rilevamento frodi e anomalie nei dati

  • Assistenti virtuali per fornire informazioni ai cittadini

Rischi dell'adozione dell'IA nella PA

  • Possibili discriminazioni generate dagli algoritmi

  • Vulnerabilità ai cyber attacchi

  • Difficoltà nel rendere trasparente il processo decisionale

  • Rischio di delegare decisioni complesse alle macchine

  • Necessità di cambiamento culturale e nuove competenze

Regolamentazione e governance dell'IA

  • Necessità di linee guida etiche e standard condivisi

  • Trasparenza e accountability dei sistemi di IA

  • Formazione per pubblici dipendenti e attenzione agli impatti sociali

Conclusioni

  • L'IA può portare innovazione ma servono strategia e consapevolezza dei rischi

  • La PA deve guidare lo sviluppo etico dell'IA come bene pubblico


Intelligenza artificiale nella pubblica amministrazione: rischi e potenzialità
Intelligenza artificiale nella pubblica amministrazione: rischi e potenzialità


Intelligenza artificiale nella pubblica amministrazione

Prima di addentrarci completamente in questo fantastico mondo, facciamo un passo indietro e diamo delle semplici definizioni di termini che useremo nell'articolo.


L'intelligenza artificiale (IA) è uno dei campi tecnologici più affascinanti e ricchi di potenzialità della nostra era. Ma in che cosa consiste esattamente?


In parole semplici, l'IA si propone di creare macchine e programmi capaci di svolgere attività e ragionamenti tipici della mente umana. Per raggiungere questo obiettivo, gli scienziati sviluppano algoritmi e sistemi che possano apprendere ed elaborare input complessi al pari degli esseri umani.


Prendiamo ad esempio Alexa, l'assistente vocale di Amazon. Alexa è in grado di capire il linguaggio naturale, riconoscere chi sta parlando e rispondere in modo coerente alle domande che le vengono poste. Tutto questo grazie ad algoritmi di intelligenza artificiale che analizzano i dati di milioni di conversazioni umane.


Oppure pensiamo alla computer vision, l'IA che permette alle auto a guida autonoma di "vedere" il mondo circostante ed evitare ostacoli in tempo reale. Qui entrano in gioco reti neurali artificiali che elaborano i segnali delle telecamere per riconoscere pedoni, semafori, altre auto.


L'IA ci aiuta anche nella vita di tutti i giorni: i sistemi di raccomandazione di Netflix, Spotify e Amazon utilizzano il machine learning per consigliarci film, musica e prodotti su misura per noi. E gli assistenti virtuali come Siri sfruttano l'IA per capire cosa chiediamo e rispondere nel modo più accurato possibile.


In sintesi, sebbene ancora acerba, l'intelligenza artificiale sta rapidamente diventando indispensabile in moltissimi campi, dagli smartphone, all'industria, ai trasporti.


Comprenderne funzionamento e potenzialità è cruciale per coglierne i benefici ed evitarne i rischi.



 


Potenzialità dell'IA nella pubblica amministrazione


Automatizzazione di procedure e compiti ripetitivi

L' intelligenza artificiale nella pubblica amministrazione può automatizzare attività amministrative routinarie e ripetitive, liberando i dipendenti pubblici da compiti meccanici e poco gratificanti. Ad esempio, sistemi di machine learning sono in grado di scannerizzare, catalogare e archiviare documenti in maniera automatica, senza bisogno di intervento umano. Questo permette di risparmiare tempo prezioso che può essere reinvestito in attività a più alto valore aggiunto.



Analisi predittiva per migliorare i processi decisionali

Grazie alla capacità di elaborare rapidamente enormi moli di dati, l'IA può condurre analisi predittive per ottimizzare i processi decisionali. Ad esempio, identificando in anticipo potenziali focolai, si possono attuare politiche sanitarie preventive più efficaci. Oppure analizzando dati sul degrado urbano, si possono ottimizzare gli interventi di manutenzione.



Personalizzazione ed efficienza dei servizi al cittadino

L'IA consente di offrire servizi su misura per il cittadino grazie alla profilazione degli utenti. Ad esempio inviando promemoria e scadenze personalizzati via app o tramite assistenti virtuali. Inoltre, l'analisi predittiva dei bisogni dell'utenza permette di ottimizzare tempi e costi dei servizi.



Rilevamento frodi e anomalie nei dati

Essendo in grado di rilevare pattern anomali analizzando immense quantità di dati, l'IA può individuare potenziali attività fraudolente molto più velocemente dell'occhio umano. Pensiamo ad esempio all'identificazione di truffe assicurative, evasione fiscale, o cyberattacchi grazie al machine learning.



Assistenti virtuali per fornire informazioni ai cittadini

L'IA conversazionale permette di creare assistenti virtuali in grado di comprendere domande poste in linguaggio naturale e fornire informazioni accurate ai cittadini, 24 ore al giorno. Molte amministrazioni ne stanno sperimentando l'uso per snellire procedure e ridurre tempi di attesa. Provate a pensare che bello se ci fossero dei TOTEM DIGITALI ai quali poter richiedere informazioni e modulistica, evitando lunghe code che spesso si creano in periodi di scadenze.




 



Rischi dell'adozione dell'IA nella PA



Possibili discriminazioni generate dagli algoritmi

Se i dati utilizzati per addestrare gli algoritmi contengono bias ( i bias sono dei pregiudizi ), l'IA può ereditare e amplificare tali distorsioni. È il caso di sistemi che penalizzano determinati gruppi etnici nelle procedure di assunzione o ammissione all'università. Serve dunque massima attenzione nella selezione e pulizia dei dati, oltre a monitoraggio continuo dei risultati.


Ci sono stati diversi casi di discriminazione a opera dell’IA, tra cui:

  • Sistemi di assunzione: Alcuni algoritmi utilizzati per valutare i candidati in base al loro curriculum possono presentare bias di genere o etnia. Ad esempio, un sistema di assunzione automatizzato sviluppato da Amazon ha mostrato preferenze per i candidati maschi, poiché era stato addestrato su dati storici dove la componente maschile era preponderante. (Link approfondimento)

  • Riconoscimento facciale: Le tecnologie di riconoscimento facciale, come quelle utilizzate da Facebook o in sistemi di sorveglianza, hanno dimostrato di essere meno accurate nel riconoscere volti di donne e persone con carnagione scura. (Link approfondimento)



Vulnerabilità ai cyber attacchi

I sistemi di intelligenza artificiale nella pubblica amministrazione si nutrono di grandi volumi di dati, che rappresentano un bene prezioso per gli hacker. Occorre quindi rafforzare le difese contro furti e manipolazioni dei dati a scopo fraudolento o di sabotaggio. Ad esempio tramite cryptography, controlli sull'accesso e monitoraggio continuo delle attività sulla rete.



Difficoltà nel rendere trasparente il processo decisionale

Spesso il funzionamento degli algoritmi è oscuro agli stessi progettisti. Diventa così difficile spiegare all'esterno i motivi alla base di una decisione. Serve quindi puntare su AI spiegabile e integrare supervisione umana per garantire equità e prevenire derive autoritarie.


Ad esempio voi sapete perchè amazon vi mostra delle TV in offerta anziché delle bici ?


O sapete perchè al vostro collega appaiono pubblicità di Mutui con un tasso inferiore del vostro ?


Oppure sapete perche instagram continua a proporvi video di Gattini anzichè proporvi video di come l'IA sta cambiando la nostra società ?



Rischio di delegare decisioni complesse alle macchine

Per quanto sofisticata, l'IA ha limiti etici e conoscitivi che la rendono inadeguata a prendere decisioni che richiedano discrezionalità e saggezza umana. Delegare ciecamente può avere conseguenze disastrose. L'uomo deve mantenere un ruolo di guida e supervisione critica.


Quando noi esseri umani diamo un consiglio, o esprimiamo un parere, la maggior parte delle volte diamo spazio alle emozioni che proviamo.


Le IA non hanno emozioni e non sanno come voi potete reagire a determinate scelte.



Necessità di cambiamento culturale e nuove competenze

Per sfruttare responsabilmente il potenziale dell’IA nella Pubblica Amministrazione (PA), è necessario un cambiamento culturale che coinvolga tutti i livelli dell’organizzazione. Questo cambiamento deve essere accompagnato da una formazione adeguata del personale pubblico, in modo che possano acquisire le competenze necessarie per utilizzare efficacemente le tecnologie di IA. Inoltre, è importante che la PA collabori con università e centri di ricerca all’avanguardia per sviluppare soluzioni innovative e adatte alle esigenze della società.


L’adozione acritica di tecnologie inadatte può portare a conseguenze negative, come l’obsolescenza delle soluzioni adottate o l’impossibilità di raggiungere un reale beneficio sociale. Per evitare questi rischi, è fondamentale che la PA adotti un approccio critico e consapevole nell’utilizzo delle tecnologie di IA, valutando attentamente i potenziali impatti sociali ed etici delle soluzioni proposte.



Intelligenza artificiale nella pubblica amministrazione: rischi e potenzialità
Intelligenza artificiale nella pubblica amministrazione: rischi e potenzialità

 


Regolamentazione e governance dell'IA



Necessità di linee guida etiche e standard condivisi

L'adozione dell'IA nella PA pone delicate questioni etiche su cui è indispensabile un dibattito pubblico. Servono linee guida che promuovano trasparenza, responsabilità e prevenzione di potenziali danni sociali. Ad esempio il documento "Ethics Guidelines for Trustworthy AI" pubblicato dalla Commissione Europea fornisce una base condivisa per uno sviluppo etico dell'IA. Molti paesi si stanno adeguando creando comitati ad hoc. L'Italia però è ancora indietro da questo punto di vista.



Trasparenza e accountability dei sistemi di IA

Per prevenire rischi di discriminazione e opacità è cruciale che le PA rendano trasparente agli stakeholder come funzionano i sistemi di IA, chi li progetta, quali dati utilizzano e come vengono testati. Inoltre deve esserci un'entità chiaramente identificabile che risponde delle prestazioni dei sistemi IA e interviene prontamente se emergono problematiche. Infine, è auspicabile coinvolgere cittadini e associazioni nel monitoraggio dell'uso dell'IA per garantire accountability.



Formazione per pubblici dipendenti e attenzione agli impatti sociali

L'intelligenza artificiale applicata nella pubblica amministrazione non è una bacchetta magica: richiede competenze adeguate per essere implementata responsabilmente. È cruciale quindi investire nella formazione dei dipendenti pubblici non solo tecnica, ma anche su temi etici e sociali. Inoltre vanno condotti studi d'impatto per anticipare potenziali effetti negativi su categorie vulnerabili e prevenirli attraverso un approccio interdisciplinare che integri scienze sociali e tecnologiche.



Intelligenza artificiale nella pubblica amministrazione: rischi e potenzialità
Intelligenza artificiale nella pubblica amministrazione: rischi e potenzialità

 

Conclusioni sull' Intelligenza Artificiale e

la pubblica amministrazione


L'intelligenza artificiale rappresenta un'innovazione dal potenziale enorme per migliorare efficienza e qualità dei servizi pubblici. Automatizzazione di procedure ripetitive, analisi predittiva dei dati e servizi personalizzati sono solo alcuni dei benefici attesi.


Tuttavia, come ogni tecnologia potente, l'IA presenta anche rischi che non vanno sottovalutati: discriminazioni, minacce alla privacy, impatto sul lavoro umano. Per governare responsabilmente questa innovazione servono strategia, lungimiranza e un ampio dibattito pubblico.


La pubblica amministrazione ha il dovere di porsi alla guida di uno sviluppo etico dell'IA, che metta sempre al centro i diritti umani e non si limiti a perseguire efficienza a tutti i costi. Le linee guida europee tracciano la rotta, ma spetta ai singoli stati implementarle concretamente.


L'auspicio è che l'Italia colga l'opportunità per rinnovare la PA puntando sull'innovazione, ma senza rinunciare ai valori cardine di equità, trasparenza e attenzione alle fasce più vulnerabili che devono guidare il servizio pubblico.




Sono Giancarlo Cesarei, un giovane consigliere attivo nel portare innovazione nella Pubblica Amministrazione italiana. Credo in una PA moderna e digitale, che sappia sfruttare la tecnologia per offrire servizi più efficienti e inclusivi ai cittadini.


Sono anche impegnato nella promozione dell'ecosistema startup nella mia città. Voglio contribuire a creare nuove opportunità per i giovani talenti italiani.


Se ti interessa metterti in contatto con me, non esitare a propormi la tua idea innovativa, ti aspetto qui!




Grazie per la lettura, iscriviti al sito o seguimi su Instagram per rimanere aggiornato sulle prossime pubblicazioni.

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
PCR (5).gif
PCR (4).gif
PCR.gif
PCR.gif
PCR.gif
PCR.gif
PCR (5).gif
3.gif
Vediamo se riesci a cliccarmi ! Nascondo una Sorpresa... (2).png

Ciao 

🤗 Articoli consigliati dalla nostra
Intelligenza Artificiale in base ai tuoi interessi

Correlazione Alta

Correlazione Media

Correlazione Bassa

Iscriviti

VUOI DIVENTARE UN MEMBRO DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE ITALIA GRATUITAMENTE E TRARNE I SEGUENTI BENEFICI?

Corsi Gratis

più di 150 lezioni online

Dataset Gratis

più di 150o dataset

Ebook Gratis

più di 10 libri da leggere

Editor Gratis

un editor python online

Progetti Gratis

più di 25 progetti python

App Gratis

4 servizi web con I.A.

Unisciti Ora a oltre
1.000.000
di lettori e appassionanti d'I.A.

Tutto ciò che riguarda l'intelligenza Artificiale, in unico posto, in italiano e gratis.

MEGLIO DI COSI' NON SI PUO' FARE

Dopo l'iscrizione riceverai diversi Regali

VUOI SCRIVERE ARTICOLI INSIEME A NOI.

Grazie

bottom of page