top of page

8 rischi e pericoli dell'intelligenza artificiale da conoscere

Con l'avanzare della tecnologia, l'intelligenza artificiale sta diventando sempre più sofisticata e diffusa. Tuttavia, ci sono alcuni rischi e pericoli che l'IA potrebbe comportare.


Tra queste voci, vi è quella del celebre fisico teorico Stephen Hawking, il quale ha affermato che lo sviluppo dell'intelligenza artificiale potrebbe portare alla fine della razza umana. Non solo Hawking, ma anche Elon Musk, fondatore di Tesla e SpaceX, ha espresso la sua preoccupazione riguardo l'IA, definendola come una tecnologia in grado di fare molto più di quanto la maggior parte delle persone sappia, con un tasso di miglioramento esponenziale.



L'allarme riguarda molteplici aspetti, come l'automazione di determinati lavori, l'utilizzo di algoritmi di genere e razziali, e l'impiego di armi autonome che operano senza la supervisione umana. Ci troviamo ancora alle prime fasi di ciò che l'IA è veramente capace, e la sensazione di disagio e incertezza sta crescendo sempre di più. È necessario affrontare il tema con cautela e responsabilità per evitare che l'intelligenza artificiale possa rappresentare una minaccia per l'umanità.



RISCHI DELL'INTELLIGENZA ARTIFICIALE

  • Perdita di posti di lavoro causata dall'automazione

  • Violazioni della privacy

  • Deepfake

  • Bias algoritmico causato da dati errati

  • Disuguaglianza socioeconomica

  • Volatilità del mercato

  • Automatizzazione delle armi


8 rischi e pericoli dell'intelligenza artificiale da conoscere
8 rischi e pericoli dell'intelligenza artificiale da conoscere

8 Pericoli dell'IA

Le domande su chi sta sviluppando l'intelligenza artificiale e per quali scopi rendono ancora più essenziale comprendere i suoi potenziali svantaggi. Di seguito diamo uno sguardo più da vicino ai possibili pericoli dell'intelligenza artificiale ed esploriamo come gestirne i rischi.



L'INTELLIGENZA ARTIFICIALE È UNA MINACCIA?

La comunità tecnologica ha a lungo dibattuto sulle minacce poste dall'intelligenza artificiale. L'automazione dei posti di lavoro, la diffusione di notizie false e una pericolosa corsa agli armamenti di armi alimentate dall'intelligenza artificiale sono stati citati come alcuni dei maggiori pericoli posti dall'IA.

1. PERDITE DI POSTI DI LAVORO DOVUTE ALL'AUTOMAZIONE DELL'IA

L'automazione del lavoro basata sull'intelligenza artificiale rappresenta una preoccupazione sempre più urgente in diversi settori, come il marketing, la produzione e l'assistenza sanitaria. Si prevede che tra il 2020 e il 2025 ben 85 milioni di posti di lavoro andranno persi a causa dell'automazione, con particolare vulnerabilità per i dipendenti neri e latini.

Con il progredire della tecnologia, i robot IA diventano sempre più intelligenti e abili, riducendo l'impiego di lavoratori umani. Sebbene sia vero che l'intelligenza artificiale creerà 97 milioni di nuovi posti di lavoro entro il 2025, molte persone potrebbero non possedere le competenze tecniche richieste da questi ruoli e potrebbero rimanere indietro se le aziende non investiranno nella formazione dei propri dipendenti.


Come evidenziato da Ford, è improbabile che le persone che svolgono lavori semplici, come girare hamburger da McDonald's, possano facilmente trovare impiego in nuovi lavori richiedenti competenze tecnologiche avanzate. I nuovi lavori richiederanno infatti una maggiore istruzione e formazione, nonché talenti intrinseci come le capacità interpersonali e la creatività, che almeno finora rappresentano punti di forza esclusivamente umani.


È importante per le aziende investire nella formazione dei propri dipendenti per migliorare la loro forza lavoro e garantire che la transizione verso l'automazione avvenga in modo equo e sostenibile, evitando di creare disparità sociali e di aumentare la disoccupazione. Inoltre, le aziende dovrebbero considerare l'adozione di strategie che consentano di integrare l'intelligenza artificiale in modo da migliorare l'efficienza e la produttività dei propri processi, senza però eliminare completamente il fattore umano.




2. MANIPOLAZIONE SOCIALE ATTRAVERSO ALGORITMI DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Con l'avvento dell'intelligenza artificiale, la manipolazione sociale attraverso gli algoritmi di intelligenza artificiale è diventata un reale pericolo. Un rapporto del 2018 sui potenziali abusi dell'IA ha individuato la manipolazione sociale come uno dei maggiori rischi associati alla tecnologia. Tuttavia, questa paura è diventata realtà, poiché sempre più politici si affidano alle piattaforme di social media per promuovere i loro punti di vista.


Un esempio recente è quello di Ferdinand Marcos Jr., che ha utilizzato un esercito di troll TikTok per cercare di catturare i voti dei giovani filippini durante le elezioni del 2022. TikTok utilizza un algoritmo di intelligenza artificiale per saturare il feed di un utente con contenuti relativi ai media precedenti che hanno visualizzato sulla piattaforma. Tuttavia, questo algoritmo non è in grado di filtrare contenuti dannosi e imprecisi, sollevando preoccupazioni sulla capacità di TikTok di proteggere i propri utenti da media pericolosi e fuorvianti.

Inoltre, i deepfake sono diventati sempre più diffusi sui media e le notizie online.


Questa tecnologia consente di sostituire l'immagine di una figura con un'altra in una foto o in un video, rendendo difficile distinguere tra notizie affidabili e disinformazione. Di conseguenza, il pubblico non sa più cosa è reale e cosa no, e non può fare affidamento su ciò che, storicamente, abbiamo considerato la migliore prova possibile.


Questo scenario rappresenta un problema enorme e preoccupante per la società. Come ha sottolineato Ford, "Non si può letteralmente credere ai propri occhi e alle proprie orecchie". La manipolazione sociale attraverso algoritmi di intelligenza artificiale è diventata un pericolo reale e deve essere affrontata in modo adeguato per proteggere la società e la sua integrità.



8 rischi e pericoli dell'intelligenza artificiale da conoscere
8 rischi e pericoli dell'intelligenza artificiale da conoscere


3. SORVEGLIANZA SOCIALE CON TECNOLOGIA AI

L'avvento dell'Intelligenza Artificiale (IA) non rappresenta solo una minaccia esistenziale, ma potrebbe anche influenzare negativamente la privacy e la sicurezza delle persone. Un caso emblematico di come la tecnologia di riconoscimento facciale possa essere utilizzata a fini di sorveglianza è quello della Cina, che ne fa uso negli uffici, nelle scuole e in altri luoghi pubblici. Il rischio concreto è che, oltre a tracciare i movimenti degli individui, il governo possa raccogliere dati sufficienti per monitorare le attività, le relazioni e le opinioni politiche delle persone.


Ma non solo. In alcune città degli Stati Uniti, i dipartimenti di polizia hanno adottato algoritmi di polizia predittiva per prevenire i reati. Tuttavia, questi algoritmi sono influenzati dai tassi di arresto, che hanno un impatto sproporzionato sulle comunità di colore, portando a un eccesso di polizia e suscitando dubbi sulla resistenza delle democrazie autoproclamate a non trasformare l'IA in un'arma autoritaria.


Come avverte Ford, il rischio è che regimi autoritari possano fare uso dell'IA a loro vantaggio, ma anche le democrazie occidentali non sono immuni da questo pericolo. È quindi fondamentale porre dei vincoli all'uso dell'IA in modo da proteggere la privacy e la sicurezza delle persone.




4. PREGIUDIZI DOVUTI ALL'INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Il pregiudizio dell'intelligenza artificiale (IA) rappresenta una grave minaccia per l'uguaglianza e la giustizia sociale. Secondo Olga Russakovsky, docente di informatica all'Università di Princeton, i pregiudizi dell'IA vanno ben oltre il semplice aspetto del genere e della razza. In effetti, l'IA viene sviluppata dagli esseri umani, che sono intrinsecamente prevenuti.


Russakovsky ha sottolineato che i ricercatori di intelligenza artificiale sono principalmente uomini che provengono da determinati dati demografici razziali, cresciuti in aree socioeconomiche elevate e privi di disabilità. Questo fa sì che si sia creata una popolazione abbastanza omogenea che rende difficile affrontare in modo ampio le questioni globali.

Le limitate esperienze dei creatori di intelligenza artificiale potrebbero essere la causa del mancato riconoscimento da parte dei sistemi vocali di determinati dialetti e accenti, o della mancanza di considerazione da parte delle aziende delle conseguenze negative di un chatbot che impersona figure famose della storia umana. Tuttavia, gli sviluppatori e le imprese dovrebbero fare maggiori sforzi per evitare di riprodurre potenti pregiudizi e discriminazioni che mettono a rischio le minoranze.


È importante che l'IA sia sviluppata in modo equo e rappresentativo di tutti gli esseri umani, indipendentemente dal loro genere, razza o condizione socio-economica. Solo così sarà possibile creare un futuro in cui l'IA contribuisca a costruire una società più giusta e inclusiva per tutti.




5. AMPLIAMENTO DELLA DISUGUAGLIANZA SOCIOECONOMICA COME RISULTATO DELL'IA

L'utilizzo dell'intelligenza artificiale (IA) ha portato notevoli benefici, ma non è immune da pregiudizi e discriminazioni. In particolare, l'IA può ampliare le disuguaglianze socioeconomiche e le pratiche di assunzione discriminatorie delle aziende.

Innanzitutto, le analisi facciali e vocali utilizzate per valutare i candidati sono ancora viziati da pregiudizi razziali, riproponendo quindi le stesse pratiche discriminatorie che si vorrebbero eliminare. Le aziende che non riconoscono questi pregiudizi presenti negli algoritmi di intelligenza artificiale rischiano di compromettere le loro iniziative di reclutamento basate sull'IA.


Ma le preoccupazioni non si limitano alle questioni di discriminazione. L'automazione causata dall'IA ha portato alla perdita di posti di lavoro e all'ampliamento delle disuguaglianze socioeconomiche. Infatti, i lavoratori con compiti manuali e ripetitivi hanno subito riduzioni salariali fino al 70%, mentre i lavoratori con occupazioni più qualificate, come quelli di tipo "colletti bianchi", sono rimasti in gran parte intatti, anzi alcuni di loro hanno persino ottenuto salari più alti.


Le affermazioni che l'IA abbia superato i confini sociali o creato più posti di lavoro non dipingono un quadro completo della situazione. È importante analizzare le differenze in base a razza, classe e altre categorie, poiché solo così si possono comprendere gli effetti dell'IA sulla società.


Per evitare che l'IA aggravi le disuguaglianze sociali ed economiche, è fondamentale prestare attenzione ai pregiudizi presenti negli algoritmi e alle pratiche di assunzione discriminatorie. Solo così l'IA può essere utilizzata in modo equo e giusto per tutti.



8 rischi e pericoli dell'intelligenza artificiale da conoscere
8 rischi e pericoli dell'intelligenza artificiale da conoscere


6. INDEBOLIMENTO DELL'ETICA E DELLA BUONA VOLONTÀ A CAUSA DELL'IA

L'IA rappresenta un grande passo avanti per l'umanità, ma non dobbiamo sottovalutare i rischi connessi alla sua applicazione. Tecnologi, giornalisti, politici e anche leader religiosi hanno lanciato l'allarme sulle potenziali insidie socio-economiche della tecnologia.


In particolare, Papa Francesco, nel corso di un incontro vaticano del 2019, ha messo in guardia contro la capacità dell'IA di diffondere opinioni tendenziose e dati falsi, sottolineando le conseguenze di vasta portata del lasciare che questa tecnologia si sviluppi senza adeguata supervisione o moderazione.


Ma non solo. L'uso della tecnologia può portare anche ad un indebolimento dell'etica e della buona volontà. L'esempio di ChatGPT, uno strumento di intelligenza artificiale conversazionale, è emblematico: molti utenti ne fanno uso per evitare di scrivere i propri incarichi, minacciando così l'integrità accademica e la creatività. Inoltre, il fatto che OpenAI abbia sfruttato lavoratori kenioti sottopagati per migliorare lo strumento, solleva non poche perplessità sulle modalità di sviluppo e sull'impatto sociale dell'IA.


Nonostante le preoccupazioni sollevate, c'è ancora la tendenza a spingere la busta con l'IA, anche a costo di mettere a rischio il bene comune e di rinunciare all'etica. Come ha sottolineato Messina, la mentalità è: "Se possiamo farlo, dovremmo provarci; vediamo cosa succede. E se riusciamo a farci soldi, ne faremo un sacco". Ma non dobbiamo perdere di vista il fatto che l'IA non è esente da rischi e da conseguenze indesiderate. È importante affrontare questi problemi con prudenza e responsabilità, per garantire che il progresso tecnologico sia veramente a servizio del bene comune.




7. ARMI AUTONOME ALIMENTATE DALL'INTELLIGENZA ARTIFICIALE

La corsa tecnologica verso l'intelligenza artificiale non è stata esclusa dal suo utilizzo a scopo bellico. Nel campo della ricerca e della robotica, molti ricercatori hanno espresso le proprie preoccupazioni riguardo alle armi autonome alimentate dall'IA. In una lettera aperta del 2016, oltre 30.000 persone, compresi i ricercatori di intelligenza artificiale e robotica, hanno espresso il proprio dissenso nei confronti degli investimenti in armi autonome alimentate dall'IA.


"Il punto cruciale per l'umanità oggi è decidere se avviare una corsa globale agli armamenti di intelligenza artificiale o impedire che questa abbia inizio", hanno affermato nella lettera.


"Se una qualsiasi grande potenza militare promuove lo sviluppo di armi IA, una corsa globale agli armamenti diventa praticamente inevitabile e il punto finale di questa traiettoria tecnologica è ovvio: le armi autonome diventeranno i Kalashnikov del futuro".

Questa previsione ha trovato conferma nei Lethal Autonomous Weapon Systems, sistemi di armi letali autonomi che localizzano e distruggono i loro obiettivi senza alcuna regolamentazione. A causa della proliferazione di armi potenti e complesse, alcune delle nazioni più potenti del mondo hanno ceduto alle ansie e contribuito a una guerra fredda tecnologica.


Ma il pericolo non riguarda soltanto i militari: molte di queste nuove armi rappresentano una minaccia concreta per i civili che si trovano sul campo di battaglia. Tuttavia, il rischio si amplifica quando le armi autonome cadono nelle mani sbagliate. Gli hacker hanno dimostrato la loro capacità di eseguire vari tipi di attacchi informatici, quindi non è difficile immaginare un attore malintenzionato che si infiltra in armi autonome e provoca l'apocalisse totale.


In questo contesto, è urgente che le rivalità politiche e le tendenze guerrafondaie vengano tenute sotto controllo. L'intelligenza artificiale, infatti, potrebbe finire per essere applicata con le peggiori intenzioni. Per questo motivo, è necessario che tutti i governi adottino politiche chiare e rigorose in materia di sviluppo di armi autonome e al tempo stesso sostengano la ricerca sulle applicazioni pacifiche dell'IA. Solo così si potrà garantire un futuro sicuro e sereno per tutti.


8 rischi e pericoli dell'intelligenza artificiale da conoscere
8 rischi e pericoli dell'intelligenza artificiale da conoscere


8. CRISI FINANZIARIE CAUSATE DAGLI ALGORITMI DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Il settore finanziario è stato tra i primi a beneficiare dell'introduzione di tecnologie di intelligenza artificiale per migliorare l'efficienza dei processi e dei servizi. Tuttavia, sebbene le tecnologie AI siano in grado di eseguire operazioni a una velocità vertiginosa e con una precisione quasi perfetta, il loro utilizzo spregiudicato potrebbe portare a conseguenze imprevedibili e potenzialmente disastrose.


Uno dei maggiori rischi dell'utilizzo degli algoritmi di intelligenza artificiale nel settore finanziario è la possibile creazione di una crisi finanziaria. Gli algoritmi di trading automatico, infatti, possono effettuare migliaia di scambi al secondo, in modo rapido e massiccio, senza alcuna considerazione per il contesto e l'interconnessione dei mercati, e con l'unico obiettivo di ottenere un piccolo profitto in pochi secondi.


Questa strategia di trading può essere efficace per gli operatori individuali, ma quando si verifica una vendita massiccia di migliaia di azioni in un breve periodo di tempo, può indurre gli investitori a comportarsi in modo irrazionale, causando improvvisi crolli di mercato e estreme volatilità.


Come dimostrano gli episodi del Flash Crash del 2010 e del Knight Capital Flash Crash, l'utilizzo sconsiderato degli algoritmi di intelligenza artificiale può causare conseguenze imprevedibili e creare problemi finanziari a livello globale.


Tuttavia, ci sono anche vantaggi nell'utilizzo dell'IA nel mondo finanziario. Gli algoritmi di intelligenza artificiale possono aiutare gli investitori a prendere decisioni informate e basate sui dati, fornendo informazioni in tempo reale sui trend di mercato e sui pattern di scambio.


Per questo motivo, le organizzazioni finanziarie dovrebbero investire nella comprensione dei propri algoritmi di intelligenza artificiale e considerare attentamente gli impatti di questi strumenti sulla fiducia degli investitori. Solo una comprensione adeguata delle tecnologie AI e la loro applicazione attenta possono evitare il rischio di una crisi finanziaria causata dall'automatizzazione sregolata del trading.




Mitigare i rischi dell'IA

L'intelligenza artificiale ha ancora numerosi vantaggi , come l'organizzazione dei dati sanitari e l'alimentazione di auto a guida autonoma. Tuttavia, per ottenere il massimo da questa tecnologia promettente, alcuni sostengono che sia necessaria una regolamentazione abbondante.



MODI PER SUPERARE I RISCHI DELL'INTELLIGENZA ARTIFICIALE

  1. Sviluppare normative nazionali e internazionali.

  2. Creare standard organizzativi per l'applicazione dell'IA.

  3. Rendere l'IA parte della cultura e delle discussioni aziendali.

  4. Informare la tecnologia con prospettive umanistiche.


"Normalmente non sono un sostenitore della regolamentazione e della supervisione - penso che in genere si dovrebbe peccare per minimizzare queste cose - ma questo è un caso in cui si corre un pericolo molto serio per il pubblico", ha detto Musk durante il suo discorso all'SXSW del 2018 . “Deve essere un ente pubblico che abbia intuizioni e quindi supervisione per confermare che tutti stanno sviluppando l'IA in modo sicuro. Questo è estremamente importante.”


"I creatori di IA devono cercare le intuizioni, le esperienze e le preoccupazioni delle persone di etnie, generi, culture e gruppi socio-economici, così come quelli di altri campi, come economia, diritto, medicina, filosofia, storia, sociologia, comunicazioni , interazione uomo-computer, psicologia e studi scientifici e tecnologici (STS)."

Bilanciare l'innovazione high-tech con il pensiero incentrato sull'uomo è un metodo ideale per produrre tecnologia responsabile e garantire che il futuro dell'IA rimanga pieno di speranza per la prossima generazione. I pericoli dell'intelligenza artificiale dovrebbero sempre essere un argomento di discussione, in modo che i leader possano trovare modi per utilizzare la tecnologia per scopi nobili.


"Penso che possiamo parlare di tutti questi rischi, e sono molto reali", ha detto Ford. "Ma l'intelligenza artificiale sarà anche lo strumento più importante nella nostra cassetta degli attrezzi per risolvere le maggiori sfide che dobbiamo affrontare".

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
PCR (5).gif
PCR (4).gif
PCR.gif
PCR.gif
PCR.gif
PCR.gif
PCR (5).gif
3.gif
Vediamo se riesci a cliccarmi ! Nascondo una Sorpresa... (2).png

Ciao 

🤗 Articoli consigliati dalla nostra
Intelligenza Artificiale in base ai tuoi interessi

Correlazione Alta

Correlazione Media

Correlazione Bassa

Iscriviti

VUOI DIVENTARE UN MEMBRO DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE ITALIA GRATUITAMENTE E TRARNE I SEGUENTI BENEFICI?

Corsi Gratis

più di 150 lezioni online

Dataset Gratis

più di 150o dataset

Ebook Gratis

più di 10 libri da leggere

Editor Gratis

un editor python online

Progetti Gratis

più di 25 progetti python

App Gratis

4 servizi web con I.A.

Unisciti Ora a oltre
1.000.000
di lettori e appassionanti d'I.A.

Tutto ciò che riguarda l'intelligenza Artificiale, in unico posto, in italiano e gratis.

MEGLIO DI COSI' NON SI PUO' FARE

Dopo l'iscrizione riceverai diversi Regali

VUOI SCRIVERE ARTICOLI INSIEME A NOI.

Grazie

bottom of page